Autore Topic: Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido  (Letto 13790 volte)

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« il: Novembre 01, 2014, 11:01:46 am »
Spero non ci sia un altro topic al riguardo (io non l'ho trovato).

Essendo alla ricerca del biondo da parecchio tempo, soprattutto ora che la mia caduta si è finalmente arrestata, ho trovato su LHC un topic interessante che magari già tutte conoscevate, ma io no:http://forums.longhaircommunity.com/showthread.php?t=10495

Il punto è che l'olio di cocco, usato in abbondanti quantità sui capelli prima di tinte o schiarenti, proteggerebbe i capelli senza impedire al prodotto chimico di fare il suo lavoro. Sul topic di LHC sono citati anche vari studi che lo confermerebbero. Anzi, sembrerebbe molto meglio proteggere il capello prima di fare questi trattamenti chimici che dopo, per cercare di rimediare al danno ormai fatto.

Io sto usando questo metodo insieme alla Schultz, perché non ho pazienza per lo schiarente inglese (effetto troppo blando) e perché avere in testa una roba che cola mi dà fastidio. I miei capelli, grazie anche all'hennè stratificato sulle punte, avevano raggiunto ormai un colore marroncino rosso che mi stava da cani (sono castana chiara) e desideravo assolutamente rimuoverlo e in fretta. Allora ho iniziato a spalmare una dose abbondante di olio di cocco sui capelli e cuoio capelluto, lasciando l'impacco  tutta la notte per un maggiore assorbimento. La mattina, poi abbondo con la Schultz e faccio nuovamente un turbante per qualche ora. Dopo, per lavare, un  COW (ho trovato un balsamo fantastico che non lascia residui) anche se devo insistere un po' per rimuovere il tutto.

Che dire...io sono pienamente soddisfatta perché i capelli rimangono morbidissimi ed il riccio è sempre bello ed elastico (quando i miei capelli sono rovinati non si arricciano più). Ho deciso di rischiare a fare questo esperimento. Occhio: non mi sento di consigliarlo perché non so quale sarebbe la reazione su altre chiome, ma per tutte quelle capellone che non vogliono rinunciare alla tinta chimica e all'ossigeno penso che male non farebbe, soprattutto perché non impedisce alle tinte o agli schiarenti di fare il loro lavoro,
« Ultima modifica: Novembre 06, 2014, 09:44:19 pm da Eir »
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Capelli di fata

Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« il: Novembre 01, 2014, 11:01:46 am »

__aris__

  • waist length
  • ****
  • Post: 589
    • My Diary
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #1 il: Novembre 01, 2014, 12:27:46 pm »
interessante ma non credo faccia miracoli e non credo sia una proprietà esclusiva dell'olio di cocco.
io faccio un impacco serio il lavaggio prima di ogni tintura usando olio di cocco, di mango o di semi di lino ma non noto grandi differenze tra i tre. il principio è che se il capello è sano, idratato e forte prima della tinta poi si rovinerà comunque meno di uno danneggiato; ma molto dipende anche dal tipo di trattamento chimico che usiamo perché esistono prodotti talmente dannosi che non c'è olio che tenga.
oltre all'olio si potrebbe aggiungere un po' di gsl per dare un po' di nutrimento oltre all'idratazione dell'olio.

JapaneseLotus

  • floor length
  • *****
  • Post: 1871
  • Massa&Volume Maniac
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #2 il: Novembre 01, 2014, 01:27:44 pm »
Quindi si tratterebbe di usare il prodotto X (tinture o cmq prodotti coloranti/schiarenti in generale) su un capello unto di olio, giusto?
Il fatto è che secondo me comprometterebbe troppo il processo... l'olio farebbe da barriera e impedirebbe alla tinta di fare il suo lavoro, per l'appunto, e ne consegue che non va a tingere proprio....
Poi non so se qualcuna ha già provato con una tinta vera e propria, non ho ancora letto bene il topic ma lo farò...

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #3 il: Novembre 01, 2014, 04:36:23 pm »
Ciao _aris_ e Japanese Lotus.

Allora, l'impacco di olio di cocco non si deve lavare prima della tinta/schiarimento. Ho letto che alcune ragazze (sempre appartenenti a LHC) andrebbero dal parrucchiere coi capelli unti di cocco, prima di farsi meches o tinte. Il topic è lungo e onestamente non ho ancora finito di leggerlo. Penso comunque che in Italia la maggior parte dei parrucchieri si rifiuterebbe di fare una tinta sui capelli unti con l'olio di cocco (o argan).

Comunque confermo che non tutti gli oli sembrano avere questa capacità; fino ad ora sono arrivata a comprendere che solo si tratta dell'olio di cocco e argan.

La maggior parte di chi ha testato questo metodo, vi parlo di ragazze del Long Hair Community forum, non ha riscontrato danni ai capelli. E la cosa interessante è che l'olio proteggerebbe anche il cuoio capelluto, cosa secondo me importante quando si parla di tinte chimiche.

Nel forum si menzionano varie fonti, tra cui ricerche della P&G sugli agenti chelanti contenuti nell'olio di cocco, che dovrebbero prevenire l'azione ossidante di alcuni componenti che danneggerebbero i capelli. Scusate, io di chimica non capisco molto, ma credo che le informazioni che ho trovato siano attendibili perché si basano su ricerche le cui fonti sono citate, oltre che sui resoconti delle ragazze che hanno provato il metodo. Inoltre immagino che le multinazionali come la P&G siano sempre alla ricerca di nuovi brevetti per migliorare i loro prodotti (si spera!).

Riporto una frase del membro del forum LHC che ha fatto ricerche sulle proprietà dell'olio di cocco usando questo metodo, http://forums.longhaircommunity.com/showthread.php?t=10495&page=4. Per favore, se c'è qualche traduttore sul forum mi perdoni; non sono traduttrice ed ho fatto del mio meglio:

"L'acido gallico contenuto nell'olio di cocco è chelante e protettivo verso il perossido di idrogeno, quindi il pre-trattamento è il modo corretto per prevenire il danno della colorazione (in mia opinione), specialmente perché applichi il colore sopra l'olio invece di lavarlo via prima della colorazione".

("The gallic acid in cocout oil is a chelator and is protective against hydrogen peroxide damage, so your pre treatment is exactly the right way to go about preventing damage from colouring IMO, especially since you are applying the colour over it, and not washing it out before colourig").

Inoltre, tratto da http://ktanihairsense.blogspot.it/2009/11/part-1-of-3-part-series-on-innovative.html:

 "In un forum (che ho aggiornato) al quale appartenevo [LHC], c'è il resoconto di oltre 51 casi di utilizzo di questi oli senza menzione di danni [ai capelli] fino a questo momento. E' stato riferito che abbondare nell'applicazione dell'olio [sui capelli] produce miglior assorbimento della tinta, schiarimento e morbidezza. Questi oli coprono e possono penetrare nei capelli perfettamente puliti [senza residui di altri prodotti]; non sono stati riferiti casi in cui essi abbiano interferito in nessun modo con l'assorbimento della tinta o dello schiarente".

("On a forum I (updated) belonged to, there have been over 51 no damage reports so far using these oils. Heavy oiling has been reported to yield the best dye uptake, lightening and conditioning results. These oils saturate and can penetrate well clarified hair and have not been reported to interfere with hair dye uptake or lightening in any way").

Cosa ne dite? Su di me ho ottenuto buoni risultati, nonostante avessi i capelli un pochino "provati".  :)
« Ultima modifica: Novembre 03, 2014, 09:39:14 pm da Eir »
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

__aris__

  • waist length
  • ****
  • Post: 589
    • My Diary
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #4 il: Novembre 01, 2014, 05:30:51 pm »
tutto ciò che dice la PeG io lo prendo con le pinze per principio visto quanto possono essere ingannevoli le loro pubblicità. comunque io non sono una chimica e posso solo riportare la mia esperienza personale per cui anche se non vado fisicamente dal parrucchiere unta come una cotoletta ed impacco pesantemente lo shampoo precedente non noto danni ai capelli dopo la decolorazione. ma io faccio una tinta ogni 6 o 8 settimane perché non devo coprire i capelli bianchi.
l'olio è protettivo sulla cute per la stessa ragione per cui lo è il sebo per cui basta avere i capelli particolarmente sporchi.

Veronica

  • classic length
  • *****
  • Post: 791
    • Diario
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #5 il: Novembre 01, 2014, 06:48:49 pm »
Ormai sono quattro anni che metto olio di ricino prima della tinta e anche dentro la tinta e c'è una differenza abissale rispetto a quando non lo mettevo...comunque d'ora in poi mettero quello di cocco ;)

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #6 il: Novembre 01, 2014, 06:52:41 pm »
__aris__, non ho capito se impacchi prima o dopo lo shampoo, ma ti ringrazio per aver riportato la tua esperienza personale.

Non sono d'accordo su due punti:

- In nessuno momento si è parlato di pubblicità, ma di ricerca. Sono due cose ben distinte. Poi quello che la P&G metta nei suoi prodotti non mi interessa, ovvio che cercano di trarre il massimo profitto utilizzando gli ingredienti più economici e cercando di battere la concorrenza attraverso pubblicità ingannevole o meno.

- Dubito fortemente che il sebo dei capelli sporchi possa proteggerli sufficientemente da una tinta chimica (esperienza personale con meches, tinte semipermanenti e Schultz che mi hanno  distrutto i capelli prima di conoscere il metodo dell'olio di cocco). Magari avrò dei capelli particolarmente delicati e, appunto per questo, credo di essere una buona candidata per questo "mio esperimento".   ;)

Neanche io ho i capelli bianchi e sto solo riuscendo a schiarire l'hennè stratificato per raggiungere un colore simile al mio (castano chiaro). Anzi, se potessi virare verso un biondo scuro sarei ancora più soddisfatta.

Scusate se il tema mi affascina particolarmente e, anche se noto un certo scetticismo, per me sarebbe una fantastica scoperta se del semplice ed economico olio di cocco potesse preservare anche solo un poco le nostre chiome dai suddetti trattamenti.
« Ultima modifica: Novembre 01, 2014, 07:06:26 pm da Eir »
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

dafne

  • Administrator
  • floor length
  • *****
  • Post: 8934
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #7 il: Novembre 01, 2014, 07:54:13 pm »
Eir, interessantissimo, grazie!
Mi sono letta le pubblicazioni che ha linkato e pure i dati di P&G (non ho letto i thread su tlhfc). Se non mi sono persa qualcosa l'unica cosa che sembrerebbe diminuire il danno da tinta, come hai gia' scritto, e' una molecola chelante che lega i metalli depositati sui capelli provenienti dall'acqua di rubinetto. Questi metalli reagiscono con l'acqua ossigenata rovinando i capelli.
Quindi mi domando:
- non sarebbe allora meglio usare qualche chelante piu' forte delle sostanze contenute nell'olio di cocco, per esempio spezie?
- forse sarebbe utile lavare bene i capelli con acqua distillata prima della tinta

C'e' da investigare :D


Capelli di fata

Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #7 il: Novembre 01, 2014, 07:54:13 pm »

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #8 il: Novembre 01, 2014, 09:11:18 pm »
Ciao Dafne. Grazie per il tuo intervento!!! Il nuovo forum è bellissimo!

Ecco, hai spiegato tutto in modo molto semplice, grazie! :) L'acqua distillata/demineralizzata è una buonissima idea!!!

Quindi i metalli sarebbero sui capelli a causa dell'acqua del rubinetto e sarebbero loro a reagire con il perossido!!! Questo  particolare che é fondamentale mi era sfuggito (ripeto, sono una capra in chimica!). Non capivo esattamente quale fosse l'origine dei metalli. Confesso, ho pensato a questo, letto su Wikipedia (e sicuramente non c'entra niente  :-[): I capelli sono anche ricchi di elementi, che variano a seconda del loro colore: il ferro è più abbondante nei capelli rossi, il magnesio in quelli neri, il piombo nei capelli castani", http://it.wikipedia.org/wiki/Capelli.

Sarebbe interessantissimo scoprire altre sostanze chelanti . Se non sbaglio sempre nello stesso topic, se ne menzionano  varie. Sarà anche per le spezie e per i componenti del miele, e non solo per la minima quantità di perossido, che lo schiarente inglese sembri non danneggiare i capelli? Forse sì! :) Come scoprire altri chelanti? Non ne ho idea! :o
« Ultima modifica: Novembre 01, 2014, 09:39:51 pm da Eir »
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

__aris__

  • waist length
  • ****
  • Post: 589
    • My Diary
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #9 il: Novembre 01, 2014, 10:44:36 pm »
Eir probabilmente hai la cute particolarmente sensibile per cui hai bisogno di un qualcosa in più del normale sebo corporeo, ma che io sappia le tinture non si fanno mai a capelli puliti perché ci sono molte più possibilità di irritazioni, pruriti e bruciori.
l'impacco lo faccio prima dello shampoo, ma una o due gocce di olio le metto spesso se di mattina mi trovo punte secche
la ragione per cui non mi fido di una ricerca PeG è che è di parte nel senso che essendo promossa da una società con fini di lucro mi sorge spontaneo il sospetto che se dica "la cosa A fa bene perché ..." sia fatta apposta per incentivare l'acquisto del prodotto di prossima commercializzazione contenente la cosa A. ma io sospetterei di qualunque casa cosmetica per una ricerca del genere.

Giulia

  • floor length
  • *****
  • Post: 6353
  • ...fata(le)
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #10 il: Novembre 02, 2014, 12:09:52 am »
Molto interessante!
 Io proverò sicuramente, esco da un mezzo disastro fra parrucchiere e sole (un giorno che sono al pc vi racconterò per bene a voi peccatrici di questa sezione),. Chi ha visto le mie foto su fb sa di cosa parlo.
In sostanza, bisogna aumentare i chelanti e ridurre i metalli, se ho ben capito. Approfondirò certamente.

M i vengono dei dubbi...
- le polveri sottili sono ricche di metalli (fra cui il piombo, che mi pare di capire poter essere uno dei responsabili del danneggiamento), quindi l'abitudine di  colorare i capelli non freschi di shampoo lpotrebbe essere fonte di danneggiamento, visto il possibile accumulo?
- i colori per capelli hanno i pigmenti, che se ben ricordo sono ossidi...quindi a parità di ossigeno,  meglio uno schiarente che una tinta, giusto?
- ma la domanda vera è:come si quantifica il potere chelante?
In rete,  come chelante naturale si parla della vitamina C.... ma vorrei capire  come quantificare il potee dei chelanti, prima di cercarli.

Aris, credo che la cosa qui voglia essere affrontata in modo più scientifico, o almeno, il senso del topic mi pareva questo. Oltre alla ricerca di PeG, ce ne sono altre, che affrontano l'argomento più o meno direttamente (e mi pare che il concetto metallo-perossido=radicale libero .=danneggiamento sia piuttosto conclamato.
Semmai mi sembra che se un interesse ci vuol essere dietro, è quello a non risolvere il problema del danneggiamento prima che si crei,  sebbene gli strumenti ci possano esere, da parte di chi vende tinte ma anche un sottobosco di inutili rimedi al problema (che se non si crea, taglia una fetta di mercato : i prodotti riparatori).
Ad  es. qui, sebbene la mia chimica sia più che arrugginita, mi pare ci sia una conferma del processo anzidetto ( e stavolta non è dei cattivoni PeG).
http://etheses.whiterose.ac.uk/6955/

« Ultima modifica: Novembre 02, 2014, 12:35:59 am da Giulia »
Chi vuol esser lieto sia...del doman non v'è certezza!
Diario

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #11 il: Novembre 02, 2014, 12:44:55 am »
__aris__: Non so se stiamo parlando della stessa cosa. Confermo che ho il cuoio capelluto sensibile, ma non comprendo il discorso degli impacchi pre-shampoo, anche se li ritengo super utili, se non necessari.

Giulia: Apprezzo moltissimo il tuo intervento, e tutti i tuoi dubbi sono anche i miei.

- Non  so se le polveri sottili possano interferire; in ogni caso prima di usare agenti chelanti consigliano di rimuovere tutto il "build up", tutti i residui. E poi, nel caso in cui si usi l'olio di cocco, ad esempio, sarebbe meglio lasciarlo agire varie ore affinché venga assorbito per bene (è uno dei pochi oli che realmente penetra all'interno del capello).
- Confermo che in teoria, dovrebbe essere meglio lo schiarente (meno aggressivo) di una tinta per le ragioni che hai descritto.
- Non ho idea di come si quantifichi il potere chelante  :(.
- Non so quale sia la reazione tra vitamina C e l'acqua ossigenata, ma anche io avevo letto qualcosa sulla vitamina C come chelante.

C'è qualche chimico che ci possa aiutare?
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Capelli di fata

Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #11 il: Novembre 02, 2014, 12:44:55 am »

micia84star

  • floor length
  • *****
  • Post: 1698
    • http://capellidifata.it/forum/index.php/topic,40018.0.html
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #12 il: Novembre 02, 2014, 09:51:27 am »
Io purtroppo non posso essere d'aiuto!!
Però mi piazzo qui a seguire questa interesssantissima discussione. Brava Eir  ;)

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #13 il: Novembre 02, 2014, 03:51:32 pm »
micia84star: sei gentilissima!  Guarda, diciamo che stavo cercando un modo per schiarire i capelli senza rovinarli, per quanto possibile...quindi mi sono imbattuta in queste informazioni  in rete. Sto facendo da cavia, poi vi informeró sui miei risultati usando l'olio di cocco e la Schultz, che in passato mi ha sempre distrutto i capelli.

Finora tutto bene, solo risultati positivi! Sono circa due settimane di esperimenti e lo schiarimento è visibile, senza che abbia dovuto rinunciare alla morbidezza. Di solito, sui miei capelli, i trattamenti "violenti" hanno un effetto immediato. Se scopriamo che col tempo  funziona e troviamo anche altre sostanze dalle caratteristiche similari, siamo a cavallo.

Ribadisco che, per chi ha pazienza, lo schiarente inglese rimane sempre la miglior soluzione per raggiungere lo stesso mio obiettivo in totale sicurezza, anche se più lentamente. Per chi invece usa le tinte, trovo che il pre-impacco all'olio di cocco possa essere una buona idea ;)
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Giulia

  • floor length
  • *****
  • Post: 6353
  • ...fata(le)
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #14 il: Novembre 02, 2014, 07:41:05 pm »
eir, io faccio solo dei colpi piu chiari (e altri piu scuri x sistemare il predetto disastro), lo schiarente inglese va bene solo per chi decolora tutto, perchè  non si può, ad ogni sessione, soerare di riprendere le  stesse ciocche....! Ecco perchè per me sarebbe la svolta  8)
Chi vuol esser lieto sia...del doman non v'è certezza!
Diario

Capelli di fata

Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #14 il: Novembre 02, 2014, 07:41:05 pm »