Autore Topic: Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido  (Letto 13792 volte)

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #30 il: Novembre 06, 2014, 01:54:33 pm »
Cersei, l'articolo linkato è interessantissimo. Non solo non ero al corrente che avessero ritirato INOA dal mercato, ma comprendo tutte le perplessità dell'autore. E che barba questa paraffina, che mettono dappertutto!!!

Anche io mi sono fiondata su LHC mentre CDF non funzionava. Voglio sperare che l'olio di cocco sia differente da altri oli, che offra una maggiore  protezione  ai capelli senza interferire con la tinta, ma non tingendomi non posso esserne sicura, e dal punto di vista chimico non capisco al 100% perché dovrebbe funzionare, anche se ammetto che il discorso della chelazione nei processi ossidativi dei coloranti e dei minerali è affascinante, per quanto ne capisca.

Se riuscissi a postare una foto dei miei capelli prima e dopo la schiaritura usando l'olio, riuscendo a far apparire nelle immagini un colore veritiero (e  soprattutto se non mi vergognassi dei miei capelli ultra corti :-(), lo farei. Questo per dimostrare che l'acqua ossigenata funziona anche con l'olio di cocco e sono riuscita a rimuovere  in buona parte l'hennè senza riscontrare secchezza (per ora). Ma ribadisco che questa è la mia esperienza personale. Dipende sicuramente da tanti fattori, tra cui il colore di base, lo spessore dei capelli, la condizione dei capelli prima del trattamento, ecc... Insomma, ognuno deve trovare i propri metodi/trucchi un po' come la routine ideale, visto che purtroppo non c'è una regola generale.

La cosa che sì mi ha sconvolta riguardo all'articolo, è stato leggere la lista degli ingredienti e comprendere quanto siano schifose le tinte tradizionali. Avendo il cuoio capelluto sensibile ed essendo reduce da una caduta di capelli così abbondante, ci penserei due volte prima di utilizzarne una.

Il mio sogno sarebbe una tinta naturale come l'hennè  ma bionda, che potesse anche schiarire i capelli di qualche tono. Impossibile, lo so, a parte il magico fungo giapponese che stanno ancora testando e che non si capisce se rovini o meno i capelli. Usando l'henné o  le varie erbette , è  unicamente possibile diventare rosse, dare dei blandi riflessi, rimanere uguali, diventare + scure.  Comunque, sto testando anche l'infuso di camomilla mischiata all'OE di camomilla blu. Devo capire se anche lei faccia qualcosina o meno. Mi sembra di sì, ma impiastriccia e secca i capelli, almeno lì per lì. Con le mie ambizioni bionde, sto andando fuori topic.... :-(

Grazie ancora per l'articolo!
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Capelli di fata

Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #30 il: Novembre 06, 2014, 01:54:33 pm »

dafne

  • Administrator
  • floor length
  • *****
  • Post: 8934
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #31 il: Novembre 06, 2014, 03:48:00 pm »
Il potere chelante dipende dall'affinita' di un certo composto per un metallo.. che dipende un sacco di cose :D struttura del composto, ione metallico preso in considerazione ecc.

Comunque  la Pantene (P&G) ha lanciato una linea di shampoo che dovrebbero proprio rimuovere il rame dai capelli
https://www.youtube.com/watch?v=b8O4D_3w9IA
Questo video e' una gran concentrato di buzzword  :asd:
Negli Stati Uniti li vendono dall'inizio del 2014, in Italia non mi pare di averli visti? Qua in Svezia stanno per lanciarli.



INCI shampoo:
Water, Sodium Lauryl Sulfate, Sodium Laureth Sulfate, Sodium Chloride, Glycol Distearate, Dimethicone, Laureth-4, Sodium Citrate, Sodium Xylenesulfonate, Fragrance, Citric Acid, Sodium Benzoate, Trisodium Ethylenediamine Disuccinate, Tetrasodium EDTA, Polyquaternium-6, Panthenol, Panthenyl Ethyl Ether, Mentha Piperita (Peppermint) Oil, Menthol, Mentha Arvensis Leaf Oil, Methylchloroisothiazolinone, Methylisothiazolinone.

Il nuovo chelante e' il Trisodium Ethylenediamine Disuccinate che ultimamente viene utilizzato come alternativa biodegradabile dell'EDTA, chelante utilizzatissimo nei cosmetici come conservante (legando i metalli previene la crescita batterica). E mi chiedo come mai c'e' pure l'EDTA in questa formulazione? Boh.

Giulia, hai ragionissima! La vitamina C lega gli ioni rame, non e' proprio un chelante tra i piu' forti ma costa poco quindi puo' essere usata in grandi quantita'. Un'idea sarebbe fare un impacco ai capelli pre-tinta con acqua in cui e' stata mescolata una pasticca di vitamina C. E rimuoverlo prima di applicare la tinta.


Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #32 il: Novembre 06, 2014, 04:25:50 pm »
Dafne: Molto interessante, non avevo mai sentito parlare del chelante che hai menzionato.

Una domanda: la vitamina C in un trattamento pre-tinta funzionerebbe anche se si sa che è facilmente ossidabile? Voglio dire, non si ossiderebbe prima di agire sulla chioma?

Cosa ne dite se cambiamo il titolo a "Chelanti per proteggere i capelli dalle tinte" o qualcosa del genere? Così ogni sostanza che può fare al caso nostro può essere discussa in questo topic e magari aggiunta a una futura lista in prima pagina.

È solo un'idea (magari anche sciocca) e non so proprio come si faccia a cambiare titolo alla discussione.
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Cersei

  • classic length
  • *****
  • Post: 907
  • winter is coming - 1aNii
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #33 il: Novembre 06, 2014, 07:00:38 pm »
Eir giuro che  non ti sto stalkerando, ma devo intervenire pure qui e ricollegarmi pure ad LHC

Per quanto riguarda  la vitamina C  in impacchi pre shampoo. Ci sono un sacco di thread su LCH. Però, il motivo per  il quale  lo fanno è quello di fare scaricare l'hennè o l'indigo o il mix hennè&indigo.

Alcune  hanno rimosso anni di stratificazioni

Ora mi chiedo, cosa lega le  due  cose? Ovvero, il potere "scaricante" con il potere "chelante"?
Oppure  non ci sto capendo niente?
Intanto vi lascio link  http://forums.longhaircommunity.com/showthread.php?t=116856

Non riesco più  a trovare la  discussione  lunga  che era  più esaustiva  :twisted:


dafne

  • Administrator
  • floor length
  • *****
  • Post: 8934
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #34 il: Novembre 06, 2014, 07:19:08 pm »
Eir si, cambiare il titolo mi sembra una buona idea!

Cersei non la sapevo questa cosa della vitamina C, cheffigo, voglio provare!!
Immagino rimuova la tinta perche'  in certe condizioni produce acqua ossigenata  :think: ma non avrei pensato in quantita' tali da arrivare a schiarire.

Cersei

  • classic length
  • *****
  • Post: 907
  • winter is coming - 1aNii
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #35 il: Novembre 06, 2014, 08:17:48 pm »
Si cara capa  :mrgreen:

Io l'ho provato , con le  pastiglie  più cheap e  ha  funzionato. Ce ne  vogliono un bel pò sbriciolate  come  avrai letto.

Per  cosa  vorresti provarle? Cioè in futuro immagino, dato che  ho letto che  ora  li hai naturali ( che  invidia  :love: )


Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #36 il: Novembre 06, 2014, 09:38:29 pm »
Può essere che l'hennè contenga dei minerali (non mi riferisco a quello addizionato con sali metallici) e che la vitamina C si leghi ad essi? Non trovo informazioni sulla composizione dell'hennè, oltre al lawsone.
 
Ho trovato altre due discussioni che confermano l'ipotesi della vitamina C; comunque hai ragione, Cersei,  LHC è pieno di discussioni sulla vitamina C.

http://forums.longhaircommunity.com/showthread.php?t=85463&page=59
http://forums.longhaircommunity.com/showthread.php?t=82209

Secondo me il potere schiarente potrebbe anche essere dato dall'azione chelante, quindi dal fatto che la vitamina C si leghi ai minerali dell'hennè (ma quali? E il lawsone cosa centra?). Neanche io a questo punto ci capisco più niente, perché parlavamo delle reazioni che il perossido causa sui capelli in combinazione con ferro e rame e adesso scopriamo che questo... Come ha detto Dafne, a questo punto penso davvero che allora sia perché la vitamina C in certe condizioni genera perossido...

Non centra niente, ma la mia parrucchiera sostiene che l'hennè contenga ferro. Però prenderei questa sua affermazione con le pinze.

Cambio il titolo (spero di riuscirci).
« Ultima modifica: Novembre 06, 2014, 09:53:26 pm da Eir »
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #37 il: Novembre 06, 2014, 10:18:39 pm »
Cersei,  scusa, ti faccio una domanda: stiamo parlando di pastiglie effervescenti di vitamina C, giusto? Hai provato con quelle? Le ho provato anche io, tanto tempo fa, ma se male non ricordo le ho mischiate al balsamo, senza ottenere niente.  Altrimenti me lo ricorderei ed avrei continuato a farlo.Che ne abbia usate troppo poche?
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Capelli di fata

Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #37 il: Novembre 06, 2014, 10:18:39 pm »

Cersei

  • classic length
  • *****
  • Post: 907
  • winter is coming - 1aNii
Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #38 il: Novembre 06, 2014, 11:33:58 pm »
No Eir, non erano effervescenti.

Lo chiesi espressamente, e  loro mi dissero che  non occorrevano quelle   :wink:

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #39 il: Novembre 07, 2014, 09:07:24 am »
Cersei, grazie per l'informazione.  :icon_thumright: Chissà che la mia vitamina C liquida (la uso sul viso) non possa andare bene...
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Giulia

  • floor length
  • *****
  • Post: 6353
  • ...fata(le)
Re:Olio di cocco per proteggere i capelli da tinte, perossido, ecc...
« Risposta #40 il: Novembre 07, 2014, 03:18:41 pm »
Ora mi documento sulla vitamina C, che rischio sempre di doverle buttare perchè scade...se vi viene in mente altri chelanti scrivetelo, che passo a vedere da aromazone cosa hanno (tanto ci devo andare per l'olio di cocco).
Chi vuol esser lieto sia...del doman non v'è certezza!
Diario

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #41 il: Novembre 11, 2014, 08:59:18 am »
Anche io prima o poi devo decidermi a fare l'ordine su AromaZone per prendere l'olio di cocco (e vari OE da sniffare); nonostante le spese di spedizione, il prezzo dei prodotti è davvero conveniente.  Sì, per favore, diamoci da fare per trovare altre sostanze chelanti.  ;-)
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Capelli di fata

Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #41 il: Novembre 11, 2014, 08:59:18 am »

danif

  • floor length
  • *****
  • Post: 2687
  • 2 b f ii castani
Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #42 il: Novembre 11, 2014, 07:10:25 pm »
mi apposto qui. Devo purtroppo fare le tinte per coprire i bianchi (con henné e indigo non riesco a fare venire un castano cenere chiaro, ossia il mio colore,  e poi il rosso non mi piace). 
Domani  devo tingere e voglio proprio provare ad ungerli prima con il cocco.  Vi farò sapere se prende. Più che altro perché domani proverò pure una marca diversa dalla solita, con  ossigeno a 10 volumi.  La solita che usavo ce lo aveva a 20, ma poi scolorendo mi lasciava un arancione rossiccio orrendo nei riflessi (e facevo metà castano mischiato a metà castano chiaro cenere, perché il castano chiaro cenere da solo era troppo chiaro, e di quella marca il castano cenere non c'era).
Spero solo che si coprano i bianchi, perché a volte fanno fatica a coprirsi con queste tinte ( pur essendo tinte permanenti ), o meglio si coprono anche, ma al primo lavaggio già i bianchi sono più chiari  e sul biondo  :evil:

Eir

  • knee length
  • *****
  • Post: 1008
  • Amo i miei capelli così come sono!
Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #43 il: Novembre 11, 2014, 07:37:48 pm »
Credo che il castano sia una delle tinte più difficili da riprodurre sia con tinte naturali che con colorazioni chimiche. Spero che l'olio di cocco come pre-trattamento possa aiutare sia a proteggere il capello, che a fare prendere meglio il colore. Facci sapere! :hug:
"Be who you are and say what you feel because those who mind don't matter and those who matter don't mind".
- Dr. Seuss
Diario

Fede80

  • floor length
  • *****
  • Post: 2912
Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #44 il: Novembre 11, 2014, 07:38:49 pm »
Mi ricordo che tittistella stava facendo proprio questi esperimenti, con l'olio nella tinta, qualche anno fa.
Se cercate il suo diario ci sono molte info
..non sapendo in quale direzione andare, sono rimasta ferma..


Diario 2014
http://capellidifata.it/forum/index.php/topic,40611.msg1919857.html#msg1919857

Capelli di fata

Re:Sostanze chelanti per limitare i danni causati dal perossido
« Risposta #44 il: Novembre 11, 2014, 07:38:49 pm »